Pasta speck e rucola

Pasta speck e rucola (con granella di taralli )

Un po’ di storia

Generalmente quando torno a casa dal lavoro stanca e affamata, tiro fuori dal freezer un vasetto di pesto preparato alcune settimane prima. Un giorno tornando a casa, apro il frigorifero e con mia grossa delusione non trovo nessun vasetto, ma un sacchetto di rucola comprato il giorno prima. Per cui ho optato per questo pesto alternativo che non è venuto per nulla amaro, ma anzi, ha un gusto piacevolissimo.

Tutto sulla ricetta della pasta speck e rucola

La pasta con rucola e speck è una prima portata di pasta semplice e veloce da preparare. Forse, voi siete abituati a sentir parlare del classico pesto alla genovese, ma il pesto non è fatto solo di basilico! In cucina potete sbizzarrirvi a provare le innumerevoli varianti di questa preparazione così nota della cucina italiana.

Pasta speck e rucola

La pasta speck e rucola è una ricetta molto profumata e colorata. Facile e veloce da preparare si può mangiare sia calda che a temperatura ambiente.
Preparazione10 min
Cottura15 min
Portata: Primo piatto
Cucina: Italiana
Keyword: Pesto, Rucola
Porzioni: 2 persone
Chef: Paola Assandri
Cost: € 4

Equipment

  • 2 fogli di carta da cucina
  • 1 mixer
  • 1 pentola capiente
  • 1 sacchettino
  • 1 batticarne
  • 1 padella antiaderente piccola

Ingredienti

  • 20 foglie basilico  piuttosto grandi
  • 50 grammi rucola
  • 1 spicchio aglio fresco
  • 30 grammi pecorino sardo
  • q.b. Olio extra vergine di oliva
  • 6 cucchiai acqua di cottura della pasta
  • 200 grammi penne rigate
  • q.b. sale
  • 100 grammi tarallucci
  • 140 grammi speck a pezzetti

Istruzioni

  • Prendi le foglie di basilico fresche e quelle della rucola, lavale bene sotto l’acqua corrente, e asciugale delicatamente con carta da cucina.
  • Versa nel mixer le foglie assieme allo spicchio di aglio precedentemente pulito dalla parte di scarto e frulla molto bene, quindi aggiungi il formaggio grattugiato, l’ olio, i cucchiai di acqua della pasta e sempre frullando vai a formare una crema.
  • Nel frattempo in una grossa pentola, versa la quantità di acqua necessaria, fai bollire, sala e butta la pasta.
  • Mentre aspetti che la pasta si cuocia, prendi i taralli, mettili in un sacchettino di plastica, e con un batticarne riducili in granella.
  • Prendi una piccola padella, versa i petali di speck assieme ad un filo di olio e fai prendere allo stesso un bel colore dorato. Poco prima di spegnere, aggiungi la granella di tarallucci e fai insaporire.
  • Scola la pasta al dente e condiscila con il pesto.
  • Per ultimo, suddividi la pasta nei piatti e guarnisci con petali di speck e taralli.
    Pasta speck e rucola (con granella di taralli )
  • Buon appetito e non ti dimenticare mai di aggiungere uno degli ingredienti fondamentali della vita: l’amore!

Il risultato finale della nostra pasta speck e rucola

Foto raffigurate del delizioso piatto della pasta con pesto di rucola

Che ne dici di questa pasta con rucola e speck? ti ha stuzzicato l’appetito e ti ho fatto venire voglia di prepararla? allora mi raccomando, se la foto e la ricetta ti è piaciuta, sostienimi condividendola sui tuoi social preferiti.

Conservazione

Conserva la pasta con rucola e speck in frigorifero per in giorno, anche se ti consiglio di consumarla appena cucinata perché tende ad asciugare molto in fretta.

Consigli utili

La pasta con rucola e speck va preparata con pesto di rucola, dove si utilizza lo spicchio d’ aglio. Tuttavia, se da molti è amato, da altrettanti è odiato, per tanto potete omettere tranquillamente questo ingrediente e procedere con il resto della preparazione.

Beh, allora com’ è andata?

Mi auguro che la ricetta della pasta con rucola e speck sia di tuo gradimento e mi aspetto un tuo parere nello spazio dei commenti. Così come aspetto la tua versione della pasta con rucola e speck, perché per me la tua opinione è davvero molto importante. Dimmi, quali ingredienti hai abbinato? scrivi qui sotto la tua ricetta e aiutami a migliorare.

Grazie alla prossima. Paola!

Paola Assandri

Paola Assandri

Ciao io sono Paola e ti do il benvenuto all'interno del mio blog. Qui non si cucina, ma si ama... perché d'altronde questa è la cucina, no?

Perché Oss in cucina? perché secondo me la cucina si collega molto al lavoro che faccio, che è appunto l’OSS, un lavoro duro dell’ambito sanitario, dove si necessita di grande pazienza… ma è proprio dietro questa fatica che si nasconde l’amore, il divertimento ed il piacere della condivisione

Ti è stata utile questa ricetta?

Clicca sulle stelline per votare

Valutazione media / 5. Conteggio dei voti:

Non ha votato ancora nessuno, sii il primo a votare!

1 commento

Poli Michela · Novembre 17, 2020 alle 6:33 pm

Davvero molto invitanti e gustose, buona settimana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *