Logo del sito Ossincucina

Oss in cucina

Brodo vegetale : la vera ricetta segreta

Un po’ di storia

Quando ero piccina abitavamo tutti nella stessa casa.

Per dirla tutta eravamo una grande famiglia come ce n’erano tante a quell’epoca.

In questa grande famiglia composta da 7 persone, c’ era pure la mia nonna.

In questo periodo ( no scherzo, molto prima, dopo il 15 agosto di preciso ), al primo temporale, cominciavamo già a girare con i golfini.

E in quell’occasione, mia nonna prontamente accendeva la sua stufa bianca a legna.

Di mattina presto, si recava nell’orto che era situato dietro casa, e andava a raccogliere le verdure fresche. Io tornavo da scuola, e lei puntualmente, mi faceva trovare la sua zuppa calda e fumante.

Oddio, adesso il ricordo è dolce e malinconico, ma allora non è che mi piacesse così tanto.

Come sai, allora la cucina era anti spreco perché c’ era poco di tutto.

In quell’occasione, ricordo che grattugiava le croste di formaggio e le cucinava.

Alcune andavano a finire nella stufa, mentre le altre, le gettava nel brodo per insaporirlo.

Come si fa il brodo vegetale?

Un buon brodo vegetale fatto in casa, è la base di partenza per la preparazione di gustose e fumanti zuppe, vellutate, minestre, minestroni e risotti.

Tre sono gli ortaggi base che non devono mai mancare nella preparazione del brodo vegetale.

Sedano 🥬, carota 🥕 e cipolla 🧅, ai quali vanno aggiunti altri ortaggi di stagione freschi.

Per concludere, sale, pepe e se l’hai a disposizione udite…udite…1 crosta di formaggio.

Se ti ho incuriosito leggi più sotto la preparazione passo passo con tante foto e consigli utili della ricetta.

Tutto sulla ricetta del brodo vegetale

La preparazione del brodo vegetale è piuttosto veloce.

Si scelgono le verdure, si lavano, si toglie la buccia solo dov’è necessario, si lavano gli ortaggi.

Si tagliano grossolanamente, poi si coprono di acqua e si fanno cuocere.

Si prepara in pochissimi minuti, ma il tempo di cottura del brodo vegetale è un po’ lunga.

Ci vuole all’incirca un’ oretta, un’ oretta e mezza.

I trucchi e i consigli di Paola

  • Quando prepari il tuo brodino vegetale ti avanzano tante verdure che, se tagliate a pezzi tendono a sfaldarsi e inesorabilmente finiscono nel bidone dell’umido. Per ovviare tale problema mia nonna mi diceva di mettere le verdure non a pezzi ma quasi intere.
  • Solitamente per la preparazione del brodo aggiungo anche pomodori e prezzemolo, ma questa volta ne ero sprovvista.
  • Il brodo vegetale può essere preparato anche nella pentola a pressione dimezzando così i tempi di cottura.
  • Altro trucco che rende un brodo davvero sopraffino, è l’aggiunta di una fetta di prosciutto crudo da 100 grammi alla preparazione.

Ricetta del brodo vegetale

Il brodo vegetale fatto in casa è una preparazione semplice e versatile che non utilizza il dado. Tu scegli le verdure e il grado di sapidità.
Preparazione10 min
Cottura1 h 30 min
Tempo totale1 h 40 min
Portata: Zuppa
Cucina: Italiana
Keyword: Brodo, Carote, Cipolla, Sedano, verdure
Porzioni: 4 persone
Chef: Paola Assandri
Cost: € 1,50

Equipment

  • 1 coltello
  • 1 tagliere
  • 1 casseruola
  • 1 coperchio
  • 1 colino
  • 1 cucchiaio

Ingredienti

  • 3 spicchi aglio
  • 200 grammi cipolle
  • 350 grammi zucca
  • 250 grammi sedano
  • 150 grammi carote
  • 250 grammi patate
  • q.b. pepe macinato al momento
  • q.b. sale rosa Hymalaya
  • 3 litri acqua naturale
  • 1 crosta di formaggio

Istruzioni

  • Scegli con cura la verdura di stagione ed elimina le parti segnate o le foglie ingiallite.
    La foto raffigurante le verdure di stagione per la preparazione del brodo vegetale
  • Lava gli ortaggi poi elimina la buccia dell'aglio, quella della cipolla, togli i semi e filamenti alla zucca e raspa con un coltello la crosta delle carote, ( mantieni la buccia delle patate, quella della zucca che è commestibile e le foglie del sedano ).
    Brodo vegetale : la vera ricetta segreta
  • Taglia grossolanamente le verdure, o se preferisci a tocchetti, quindi trasferisci le verdure in una casseruola, poi ricoprile con acqua fredda, accendi il fuoco, aggiungi il pepe macinato al momento e la crosta di formaggio. .
    La foto raffigurante le verdure coperte dall'acqua per la preparazione del brodo vegetale
  • Porta l'acqua a bollore e fai sobbollire a fiamma bassa/media.
  • Quando la verdura è cotta e il brodo è ancora caldo filtra con l'aiuto di un colino a maglie finissime.
    La foto raffigurante la verdura cotta per la preparazione del brodo vegetale
  • Aggiungi il sale, e mescola con cura fino a completo scioglimento.
    La foto raffigurante il nostro brodo vegetale per la preparazione del risotto panna e salmone
  • E come dice Fabrizio Caramagna "Mi piace vedere la minestra fumare nel piatto, è come il fumo che si alza da un comignolo, sa di casa". Buon appetito!

Il risultato finale del nostro brodo vegetale

La foto raffigurante il nostro buonissimo e fumante brodo vegetale.

Come ti sembra questo brodo vegetale? ti ho fatto venire voglia di prepararlo?

Mi raccomando, se la foto e la ricetta ti sono piaciute sostienimi condividendola sui tuoi social preferiti.

Conservazione del brodo vegetale

Se ti avanza del brodo e vuoi conservarlo adeguatamente, tieni presente che in frigorifero privo di verdure dura fino a una settimana.

Ma puoi anche scegliere di congelarlo nelle vaschette che si usano per fare il ghiaccio, e scongelarlo all’occorrenza.

La foto raffigurante il nostro delizioso brodo vegetale. Pronto a scaldarti?

E adesso scaldiamo i fornelli!

Prima di scaldare i fornelli, voglio precisare che le fotografie passo a passo, e quelle del piatto pronto sono tutte mie, e cucinate da me.

Anche i testi sono miei e non copiati da altre fonti, e il tutto è condito con amore e passione.

Detto questo mi piacerebbe sapere come te la sei cavata con il brodo vegetale.

Se hai dei suggerimenti in merito che possono tornarmi utili per possibili integrazioni, variazioni o sostituzioni scrivilo nei commenti.

Aiutami a migliorare. Grazie alla prossima. Paola!

Paola Assandri

Paola Assandri

Ciao io sono Paola e ti do il benvenuto all'interno del mio blog. Qui non si cucina, ma si ama... perché d'altronde questa è la cucina, no?

Perché Oss in cucina? perché secondo me la cucina si collega molto al lavoro che faccio, che è appunto l’OSS, un lavoro duro dell’ambito sanitario, dove si necessita di grande pazienza… ma è proprio dietro questa fatica che si nasconde l’amore, il divertimento ed il piacere della condivisione

Ti è stata utile questa ricetta?

Clicca sulle stelline per votare

Valutazione media / 5. Conteggio dei voti:

Non ha votato ancora nessuno, sii il primo a votare!

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti anche...