foto raffigurante una ciotola di riso alla cantonese vegetariano

Riso alla cantonese vegetariano (buonissimo)

Oggi allacciatevi i grembiuli, accendete i fornelli e venite con me a scoprire la preparazione del riso alla cantonese vegetariano.

Ma non solo!

Sì, perché questa ricetta si adatta benissimo anche come riso vegano.

Il riso alla cantonese è un primo piatto leggero e gustoso a base di riso basmati bollito e poi saltato in padella.

Di facile realizzazione, questo riso alla cantonese vegetariano necessita di pochissimi ingredienti presenti in casa per prepararlo.

Must della cucina orientale è di certo uno dei piatti più amati in Italia, e non potrebbe essere altrimenti perché questo tipo di riso è veramente molto allettante sia per il gusto che per la sua vasta gamma di colori.

La ricetta tradizionale del riso alla cantonese prevede oltre alle verdure, uova strapazzate e prosciutto.

Per ottenerne una versione vegetariana altrettanto gustosa, puoi omettere le uova e preparare il riso alla cantonese senza prosciutto, poi a piacere aggiungi del tofu e salsa di soia.

Ecco così pronto, un delizioso riso vegetariano dal sapore delicato adatto anche per gli amici vegani che vogliono mangiarsi un ottimo riso alla cantonese.

Ricetta riso alla cantonese vegetariano

Il riso alla cantonese  che ti propongo oggi è una versione vegetariana del famoso riso cinese. Viene preparato con tofu, verdure saltate in padella e il tutto insaporito con salsa di soia.
Preparazione15 min
Cottura30 min
Tempo totale45 min
Portata: Primo piatto
Cucina: Italiana
Keyword: ricetta con verdura, ricette vegane, riso basmati, risotto alla cantonese vegetariano, tofu
Porzioni: 2 persone
Chef: Paola Assandri

Equipment

  • 1 coltello
  • 1 tagliatutto
  • 1 padella antiaderente
  • 1 pentola capiente
  • 1 scolapasta

Ingredienti

  • 1 1 cipolla rossa di tropea Calabria
  • 1 carota grossa
  • 1 zucchina grossa
  • 2 cucchiai olio di oliva
  • 100 grammi piselli
  • 1 panetto tofu al naturale
  • 1/2 dado vegetale
  • 12 grammi salsa di soia
  • 160 grammi riso Basmati con riso rosso integrale e zizania palustris

Istruzioni

  • Elimina la parte di scarto di una cipolla di tropea, lavala sotto l'acqua corrente e affettala sottilmente.
  • Elimina la parte di scarto anche dalla carota e zucchina e lavale per bene.
  • Con l' aiuto di un tagliatutto taglia le verdure, poi versa in una padella antiaderente la cipolla assieme all'olio e falla cuocere fino a quando diventa leggermente dorata.
    Riso alla cantonese vegetariano (buonissimo)
  • A doratura completa aggiungi le carote e mescolando spessissimo falle cuocere per 5 minuti, poi versa le zucchine e continuando a mescolare fai cuocere per altri 10 minuti e fino a quando diventano morbide.
    Riso alla cantonese vegetariano (buonissimo)
  • Quando le verdure sono cotte aggiungi i piselli, fai cuocere per una decina di minuti, quindi versa il tofu precedentemente tagliato a cubetti e fai cuocere per un paio di minuti.
    Riso alla cantonese vegetariano (buonissimo)
  • Nel frattempo metti a bollire l'acqua in una pentola e quando ha raggiunto la temperatura necessaria, aggiungi il dado, la salsa di soia e versa il riso.
  • Passati all' incirca 10 minuti scola il riso, versalo nella padella assieme alle verdure e fallo andare per altri 4/5 minuti mescolando spesso.
    Riso alla cantonese vegetariano (buonissimo)
  • A cottura ultimata versa il riso nei piatti e a gradimento aggiungi 1 o 2 cucchiaini di salsa di soia.
    Riso alla cantonese vegetariano (buonissimo)
  • Ed ora puoi gustarti il tuo riso alla cantonese vegetariano, buon appetito e non ti dimenticare mai di aggiungere uno degli ingredienti fondamentali della vita: l’amore!

Ed ecco qui il nostro riso alla cantonese vegetariano (e vegan)

Foto raffigurante la ricetta pronta: questo riso alla cantonese è assolutamente da provare!

Che ne dici di questa ricetta? ti ho fatto venire la voglia di prepararla? mi raccomando, se la foto e la ricetta ti è piaciuta sostienimi condividendola sui tuoi social preferiti.

Conservazione

Se desideri conservare il tuo riso con la salsa di soia, ponilo in frigorifero per un massimo di 2 giorni dentro ad un un contenitore a chiusura ermetica.

Consigli utili

Il riso basmati alla cantonese vegano volendo si può trasformare in una di quelle ricette di recupero svuota frigorifero.

Arricchiscilo con pezzi di pollo saltati in padella, gamberetti scottati (quest’ultimi solo se siete onnivori), lamelle di funghi champignon o seitan.

Inoltre tieni presente che il riso alla cantonese freddo è davvero molto buono, ma per renderlo fragrante come appena fatto ti basta riscaldarlo saltandolo in padella per una manciata di minuti.

Ti garantisco che torna come appena cucinato!

Preparazione riso alla cantonese

La preparazione sopra descritta riporta un tipo di risotto per vegetariani e vegani ma la ricetta originale prevede come spiegato in precedenza uova strapazzate e prosciutto cotto.

Per tanto procedi come da ricetta, e a parte in una ciotola sbatti 3 uova assieme ad una presa di sale e pepe, poi prepara in una padella antiaderente 3 uova strapazzate e 180 grammi di prosciutto cotto tagliato a dadini.

Quando il riso è pronto, passalo in padella assieme alle verdure, alle uova strapazzate e prosciutto cotto, dopodiché fai andare per alcuni minuti, versa nei piatti e gustati la preparazione!

Altre gustose varianti

Se il riso alla cantonese vegan o vegetariano ti piace, ma vuoi preparare un bel piatto di pasta, allora ti consiglio gli spaghetti alla cantonese con i quali puoi utilizzare spaghetti normali o spaghetti di riso, quindi affetta la cipolla, taglia a dadini le verdure e poi procedi come da ricetta.

Com’è andata?

Ci sei ancora? Hai fatto la ricetta? o te la sei salvata per i prossimi giorni?

Beh, una volta che avrai fatto la ricetta allora ti invito a lasciare un tuo commento qui sotto per farmi sapere com’è venuta.

E se hai dei suggerimenti in merito alle possibili alternative della ricetta, dubbi o perplessità, allora non esitare a farmelo sapere qui sotto nei commenti.

Alla prossima, Paola.

Paola Assandri

Paola Assandri

Ciao io sono Paola e ti do il benvenuto all'interno del mio blog. Qui non si cucina, ma si ama... perché d'altronde questa è la cucina, no?

Perché Oss in cucina? perché secondo me la cucina si collega molto al lavoro che faccio, che è appunto l’OSS, un lavoro duro dell’ambito sanitario, dove si necessita di grande pazienza… ma è proprio dietro questa fatica che si nasconde l’amore, il divertimento ed il piacere della condivisione

Ti è stata utile questa ricetta?

Clicca sulle stelline per votare

Valutazione media / 5. Conteggio dei voti:

Non ha votato ancora nessuno, sii il primo a votare!

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *