Logo del sito Ossincucina

Oss in cucina

La foto raffigurante i nostri fiori cristallizzati pronti per essere posizionati su torte o dolci

Fiori cristallizzati ( petali e boccioli in 5 minuti )

Un po’ di storia

L’idea dei fiori cristallizzati mi è venuta diversi mesi fa, quando come mia consuetudine, sono andata a fare un giro al mercatino dell’usato.

Non sai quanta roba utile che trovo per le mie foto food. Cose che altri non usano, io gli regalo una nuova vita.

Così, quella mattina, passando vicino ad una bancarella, ho scovato per puro caso un libro che parla di come decorare i cupcakes.

Devo dire che questi dolcetti sono più che altro delle vere e proprie opere d’arte e il capitolo dei fiori brinati mi ha proprio rapita.

Come preparo i fiori cristallizzati?

I fiori cristallizzati sono una preparazione molto semplice e scenografica e si possono utilizzare per decorare torte e dolci in generale.

Ti basta raccogliere fiori freschi, pulirli e sfogliarli.

Successivamente si spennellano i fiori piuttosto che petali o foglie, con albume d’uovo e si ricoprono con zucchero semolato.

Si lasciano asciugare e il gioco è fatto!

Comunque, appena sotto, ti illustro tutti i passaggi necessari per la preparazione della ricetta.

Tutto sulla ricetta dei fiori cristallizzati

I fiori cristallizzati commestibili sono un metodo molto conosciuto per fare decorazioni d’effetto.

Questo procedimento molto semplice, veloce e seducente può essere utilizzato con tutti i fiori commestibili come violette, i fiori del glicine, quelli della calendula, robinia, rosa canina.

Ma anche con i fiori dell’arancio, quelli del limone, primule, margherita, bocche di leone ecc….

Impiegati singolarmente o in mix possono essere sfogliati o utilizzati interi.

Paola hai altre ricette con i fiori da suggerirmi?

Se ti piacciono i fiori e sei curiosa di provarne altri in cucina, c’è anche la mia ricetta delle violette candite, oppure il risotto alle rose.

Prova la ricetta e fammi sapere se ti è piaciuta! Ti leggo nei commenti.

Fiori cristallizzati ricetta

fiori cristallizzati di rosa, sono una preparazione semplicissima e facilissima che si prepara in una manciata di minuti.
Preparazione10 min
Tempo totale10 min
Portata: Dessert
Cucina: Italiana
Keyword: Fiori commestibili, Rose rosa, Rose rosse, Zucchero
Porzioni: 4 persone
Chef: Paola Assandri
Cost: € 0,50

Equipment

  • 1 panno MORBIDISSIMO
  • 1 ciotolina
  • 1 forchetta
  • 1 pinzetta per sopracciglia
  • 1 pennellino di setola
  • 1 piattino
  • 1 foglio di carta da forno

Ingredienti

  • q.b. rose rosse e rosa
  • 1 albume FRESCHISSIMO
  • q.b. zucchero semolato

Istruzioni

  • Sfoglia una o più rose tenendo la parte finale integra che andrà a formare un piccolo bocciolo.
    La foto raffigurante i fiori raccolti per la preparazione dei fiori cristallizzati
  • Pulisci i fiori con un panno morbidissimo senza fregare troppo altrimenti i petali si rovinano.
    Fiori cristallizzati ( petali e boccioli in 5 minuti )
  • In una ciotolina metti l'albume, giralo un pochino con l'aiuto di una forchetta ( ma senza montarlo ).
    La foto raffigurante l'albume leggermente girato con la forchetta per la preparazione dei fiori cristallizzati
  • Con una pinzetta solleva ogni petalo o fiore e con un pennellino ricopri i fiori col composto a base di bianco d' uovo girandoli da entrambi i lati e velocemente.
  • Metti lo zucchero in un piattino e con le punta delle dita fai cadere lo zucchero. Spolvera tutti i lati al fine che aderisca bene all'albume, ricoprendo così interamente i tuoi petali o fiori interi.
    La foto raffigurante i fiori costarsi di zucchero per la preparazione dei fiori cristallizzati
  • Quando hai finito l'operazione disponi sia i petali che i fiori interi ( non devono essere sovrapposti ) su carta da forno e lasciali in un luogo caldo e secco fino a quando sono completamente asciutti.
  • Passati almeno 20 minuti noterai toccando i fiori che questi cominciano a diventare duri.
    La foto raffigurante i nostri fiori cristallizzati pronti
  • E come dice Paul Claudel "Un fiore è breve, ma la gioia che dona in un minuto è una di quelle cose che non hanno un inizio o una fine". Buon appetito!

Il risultato finale dei nostri fiori cristallizzati

La foto raffigurante i nostri fiori cristallizzati e pronti per essere utilizzati nella preparazione di torte.

Ti piacciono i fiori cristallizzati che ho preparato?

Mi raccomando se la foto e relativa ricetta ti sono piaciute condividile sui tuoi social preferiti tramite i bottoncini di condivisione che trovi nel sito o nella pagina.

Conservazione

Nonostante sono molto belli da vedere, i fiori cristallizzati con lo zucchero purtroppo non si conservano a lungo.

Se non li utilizzi immediatamente, puoi conservarli in frigorifero per 2/3 giorni al massimo dentro ad un contenitore di vetro a chiusura ermetica.

I consigli utili di Paola

  • Per preparare i fiori di rosa zuccherati, utilizza infiorescenze semiaperte al fine di riuscire a sfogliarle senza troppa difficoltà.
  • Per la preparazione dei fiori edibili cristallizzati puoi usare rose rosse o rosa al fine di avere un risultato cromatico più vistoso, ma vanno bene anche quelle gialle, arancio o bianche. 
  • I petali sono interamente commestibili, mentre dei boccioli si mangia solo la parte del fiore.
  • Utilizza solo albume di uova freschissime per una maggiore resa.
  • Raccogli i fiori solo quando sono asciutti dalla rugiada e seleziona con cura gli esemplari migliori da utilizzare.
  • Utilizza solo zucchero semolato e non zucchero a velo per la preparazione dei petali di rosa brinati.
La foto raffigurante i fiori cristallizzati già pronti.

Ci sei ancora?

Beh, se sei arrivata/o fino a qui credo che i fiori da me cucinati siano stati di tuo gradimento, e mi farebbe tanto piacere sapere il tuo parere qui sotto nello spazio dei commenti.

Inoltre mi farebbe piacere sapere come hai preparato tu i fiori cristallizzati.

Se invece non ti è piaciuta lasciami i tuoi suggerimenti…non si finisce mai di imparare!

Scrivi nei commenti la tua ricetta e aiutami a migliorare.

Grazie e alla prossima Paola!

Paola Assandri

Paola Assandri

Ciao io sono Paola e ti do il benvenuto all'interno del mio blog. Qui non si cucina, ma si ama... perché d'altronde questa è la cucina, no?

Perché Oss in cucina? perché secondo me la cucina si collega molto al lavoro che faccio, che è appunto l’OSS, un lavoro duro dell’ambito sanitario, dove si necessita di grande pazienza… ma è proprio dietro questa fatica che si nasconde l’amore, il divertimento ed il piacere della condivisione

Ti è stata utile questa ricetta?

Clicca sulle stelline per votare

Valutazione media / 5. Conteggio dei voti:

Non ha votato ancora nessuno, sii il primo a votare!

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Potrebbe interessarti anche...