Tartellette con la frutta

Quando ero una ragazzina, ogni domenica mattina mio padre ( dopo la classica partita di briscola che si teneva nel bar centrale del mio paese ) arrivava a casa con un vassoio colmo di paste fresche.

Per me la domenica mattina era proprio un giorno di festa. Andavo a messa con le mie amiche, poi correvo a casa e aspettavo con trepidazione che mio padre varcasse la soglia di casa con in mano tutto quel ben di Dio.

Non faceva in tempo a posarlo sul tavolo, che subito prendevo tra le dita quel nastrino rosso e tiravo…e allora sì che mi si apriva un mondo!

Un mondo fatto di golosità di ogni tipo. C’erano cannoncini, bignè e poi loro, le tartellette di pasta frolla alla frutta. Di questo pasticcino amavo principalmente la croccantezza del cestino e la frutta colorata di cui ero ghiotta.

Le tartellette alla frutta sono dei dolcetti freschi, gustosi e colorati. Velocissimi e facili da preparare, hanno un sapore delizioso e sono anche belli da vedere. Ottima scelta per essere serviti come dopo-cena o per feste di compleanno! Per farli serve poco. Un cestino di frolla friabile, crema allo yogurt, frutta e la vostra creatività.

Come fare le tartellette alla frutta?

Tartellette con la frutta

Le tartellette si prestano a tutto, possono diventare persino un dolce facile e veloce ed economico da preparare.
Preparazione10 min
Cottura15 min
Riposo15 min
Tempo totale40 min
Portata: Dessert
Cucina: Italiana
Keyword: Frutta, Tartellette
Porzioni: 4 persone
Calorie: 325kcal
Chef: Paola Assandri
Cost: €5

Equipment

  • 1 coppa pasta
  • 4 o 8 formine per tartellette
  • 1 forchetta
  • 1 ciotola
  • 1 cucchiaio

Ingredienti

  • 1 Rotolo di pasta frolla
  • q.b. Farina
  • 170 g Yogurt greco senza grassi
  • 150 g Panna
  • 20 Amaretti
  • 2 cucchiai Granella di mandorle
  • q.b. Pesche
  • q.b. Prugne
  • q.b. Ribes

Istruzioni

  • Prendete il rotolo di pasta frolla, levatela dal suo involucro, posizionatela su un piano da lavoro leggermente infarinato, e con l'aiuto di un matterello tiratela leggermente al fine di poter realizzare con il coppapasta 8 dischi.
    Tartellette con la frutta
  • Adagiate i cerchi di pasta frolla così ricavati nelle apposite formine, schiacciateli leggermente con le dita per farli aderire bene alla superficie, e forate la base con l'aiuto di una forchetta.
    Tartellette con la frutta
  • Inserite le tartellette in forno preriscaldato per 12/15 minuti e fino a quando saranno leggermente dorate, e comunque in base ai vostri gusti.
  • A doratura raggiunta, spegnete il forno, estraete le tartellette dal forno e fatele raffreddare completamente.
  • Nel frattempo, in una ciotola versiamo lo yogurt greco, la panna non montata, il marsala e mescoliamo molto bene.
    Tartellette con la frutta
  • Con le mani, sbricioliamo grossolanamente gli amaretti, versiamo la granella di mandorle, amalgamiamo bene tutti gli ingredienti, e riponiamo il contenitore in frigorifero per almeno 15 minuti.
  • Passato il tempo necessario, togliamo la ciotola dal frigorifero e disponiamo su ogni tartelletta un cucchiaio abbondante di crema.
  • Per ultimo laviamo, tagliamo la frutta a pezzi e disponiamola su ogni tartelletta.
    Tartellette con la frutta

Note

Il calcolo calorico si riferisce alla singola porzione per persona

Il risultato finale

Foto Tartellette con la frutta buone come quelle della pasticceria

Come conservare le tartellette con la frutta

Le tartellette con la frutta si conservano in frigorifero per un massimo di 2 giorni. Mi raccomando, non conservatele per più tempo altrimenti la frolla comincia a perdere croccantezza e la frutta ad invecchiare.

Dove trovare il coppapasta e le formine

Ma accidenti, sembra che manchi ancora qualcosa…

Ah vero, l’attrezzatura!

Riguardo alle formine io personalmente ho comprato queste formine della Zenker che sono le stesse che vedi nelle foto della ditta Zenker.

Perché queste formine? perché non sono eccessivamente piccole, infatti hanno un diametro di 10cm e sono anche piuttosto resistenti difatti le sto utilizzando da diverso tempo.

Ma non è finita qui, perché infatti c’è bisogno anche del coppapasta per tagliare la pasta sfoglia. Non fate l’errore di utilizzare un coltello per questo compito.

Oltre alla maggiore precisione del coppapasta, c’è da aggiungere che se si usasse il coltello quest’ultimo potrebbe tirarsi dietro tutta la pasta sfoglia rovinandola.

L’alternativa più economica è quella del bicchiere da utilizzare come forma, però attenzione perché potrebbe non tagliarsi adeguatamente.

Per evitare di fare un mappazzone (come dice il buon chef Barbieri) sarebbe quindi indicato utilizzare un coppapasta come questo in acciaio della Fackelmann.

Doveroso aggiungere che questi coppapasta non servono solamente per fare le nostre tartellette salate, ma possono essere utilizzati anche per impiattare i risotti, fare dei semifreddi o per tagliare il pan di spagna.

Consigli utili

Le tartellette con la frutta si possono personalizzare in base alla stagione e ai vostri gusti. Si può utilizzare pasta frolla già pronta se volete fare prima. In alternativa potete preparare voi stessi la pasta frolla.

Altre possibili ricette con le tartellette

La ricetta originale prevede tartellette alla crema pasticciera, ma si possono farcire anche con crema diplomatica, crema chantilly, crema al cioccolato, crema al cioccolato bianco oppure Nutella. Prendete spunto dalle tartellette dolci con Nutella e ribes che ho preparato in un altro articolo. Altro non sono che mono porzioni di pasta frolla, farcite con granella di mandorle e un cuore di Nutella.

Ma la tartelletta non è solo dolce. Possiamo preparare anche delle squisite tartellette salate. Veloci come quelle dolci risultando così un ottimo aperi-cena.

Paola Assandri

Paola Assandri

Ciao io sono Paola e ti do il benvenuto all'interno del mio blog. Qui non si cucina, ma si ama... perché d'altronde questa è la cucina, no?

Perché Oss in cucina? perché secondo me la cucina si collega molto al lavoro che faccio, che è appunto l’OSS, un lavoro duro dell’ambito sanitario, dove si necessita di grande pazienza… ma è proprio dietro questa fatica che si nasconde l’amore, il divertimento ed il piacere della condivisione

Ti è stata utile questa ricetta?

Clicca sulle stelline per votare

Valutazione media / 5. Conteggio dei voti:

Non ha votato ancora nessuno, sii il primo a votare!

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *