Logo del sito Ossincucina

Oss in cucina

La foto raffigurante la peperonata

Peperonata ( super digeribile in 45 minuti )

Un po’ di storia

Da quando ho aperto questo sito, mi sono ripromessa di pubblicare su di esso, solo cose che piacciono.

Infatti, la ricetta della peperonata, in primis è stata cucinata per la mia famiglia, poi per parenti, amici e pazienti.

I piatti proposti su questo spazio, altro non sono che quelli che quotidianamente porto sulla mia tavola.

Quasi tutte le preparazioni sono facili da realizzare, e tutte sono accompagnate da foto del procedimento spiegato passo passo.

Detto questo, sul sito propongo solo piatti buoni, e quei pochi o rari che non mi hanno convinta, non li ho pubblicati.

Parto sempre dal presupposto che se piacciono a me piacciano a tutti, idem per il contrario.

Certo, è scoraggiante lavorare per ore, e non pubblicare nulla, ma io preferisco così.

Non me la sento di scrivere su qualcosa che non ho gradito, o non mi ha convinta.

Sai che fatica decantare un dolce o un primo che non ti hanno proprio soddisfatto!!

Che dico, “questo è buonissimo, o quello è una favola“, mentre schifata lo lascio nel piatto?

Sarei una persona seria? Per carità, i gusti sono gusti, e su questo non discuto.

Può capitare che un piatto piace a me e ad un altro no e viceversa.

Lo vedo anche sul lavoro che da questo punto di vista è un’ ottima scuola.

Ma se al 99% piace, la ricetta passa e viene pubblicata. In caso contrario non la prendo in considerazione.

Come si fa la peperonata?

La peperonata classica, è un contorno tipicamente estivo a base di peperoni, cipolla e passata di pomodoro.

Questa ricetta invece, tramandata dalla mia famiglia, a differenza di quella classica, ha in aggiunta le patate.

Inizia pulendo i peperoni, la cipolla e l’aglio dalla parte di scarto.

Fai soffriggere l’aglio con la cipolla e versa le patate. Successivamente aggiungi i peperoni e l’acqua.

Fai cuocere, versa la passata di pomodoro, il concentrato e finisci la cottura.

Se ti ho incuriosito leggi più sotto la preparazione passo passo con tante foto e consigli utili della ricetta.

Tutto sulla ricetta della peperonata

La peperonata è una gustosa, profumata e colorata preparazione, che va alla grande nei mesi estivi.

Piatto adatto per chi è vegetariano, o per chi vuole mangiare qualcosa di sfizioso, può essere servita come contorno o antipasto.

Cotta in padella e gustata con fette di pane casereccio, è una pietanza tipica di molte parti del nostro paese.

I consigli utili di Paola

  • Per la preparazione della peperonata con patate, puoi utilizzare pomodori freschi al posto della passata di pomodoro.
  • La peperonata è buona da sola, ma puoi gustarla su crostini di pane casereccio, e aggiungere le erbe aromatiche che preferisci, come basilico o prezzemolo.
  • Puoi utilizzare peperoni di diverso colore per una nota cromatica più accattivante.
  • La peperonata è buona appena fatta, ma ottima il giorno dopo.
  • Vivanda molto versatile la puoi utilizzare per condire la pasta, per farcire panini, per spalmare sulle bruschette, per farcire toast, focacce, o mettere sulla pizza.
  • Per la ricetta della peperonata puoi impiegare il tipo di peperone che preferisci, ma se utilizzi il corno di bue la tua preparazione risulterà più digeribile.

Ricetta della peperonata

La peperonata è un contorno molto facile da preparare. Buonissima da sola o accompagnata da pane casereccio, è gustosa e colorata.
Preparazione10 min
Cottura35 min
Tempo totale45 min
Portata: Contorno
Cucina: Italiana
Keyword: Aglio, Cipolla, passata di pomodoro, peperoni, peperoni in padella
Porzioni: 2 persone
Chef: Paola Assandri
Cost: € 4,50

Equipment

  • 1 coltello
  • 1 tagliere
  • 1 casseruola
  • 1 cucchiaio di legno
  • 1 coperchio
  • 1 caraffa graduata

Ingredienti

  • 500 grammi peperone CORNO DI BUE
  • 1 cipolla GROSSA
  • 1 spicchio aglio
  • 2 cucchiai Olio extra vergine di oliva
  • 200 grammi patate
  • q.b. sale
  • q.b. pepe
  • q.b. acqua naturale
  • 400 ml passata di pomodoro
  • 2 cucchiai concentrato di pomodoro

Istruzioni

  • Lava bene e pulisci i peperoni dalla parte di scarto eliminando il picciolo, i filamenti bianchi interni e i semi.
    La foto raffigurante i peperoni per la preparazione della peperonata
  • Taglia i peperoni a pezzetti della stessa dimensione, oppure a striscioline.
    La foto raffigurante i peperoni privati dalla parte di scarto e tagliati, per la preparazione della peperonata
  • Prendi la cipolla, l'aglio, lavali, elimina la parte di scarto e affettali sottilmente.
    La foto raffigurante l'aglio e la cipolla affettati per la preparazione della peperonata
  • In una casseruola versa l'olio, l'aglio la cipolla e falli rosolare.
    Peperonata ( super digeribile in 45 minuti )
  • Quando i due ingredienti sono rosolati, getta le patate precedentemente tagliate, regola di sale, pepe e fai cuocere per una decina di minuti.
    Peperonata ( super digeribile in 45 minuti )
  • Passato il tempo necessario aggiungi i peperoni e fai insaporire tutti gli ingredienti.
    La foto raffigurante l'aggiunta dei peperoni per la preparazione della peperonata
  • Versa la quantità di acqua necessaria per coprire interamente i peperoni, copri con un coperchio e fai cuocere.
    Peperonata ( super digeribile in 45 minuti )
  • A metà cottura aggiungi la passata di pomodoro, il concentrato, regola di sale e fai cuocere fino a quando il sugo si restringe e diventa più denso.
    La foto raffigurante l'aggiunta della passata e del concentrato di pomodoro per la preparazione della peperonata
  • Spegni il fuoco, versa la peperonata ancora calda nei piatti e servi.
    La foto raffigurante la nostra buonissima peperonata pronta per essere portata sulla nostra tavola
  • La frase di oggi è di Marco Tullio Cicerone "Se accanto alla biblioteca avrai l’orto, non ti mancherà nulla". Buon appetito!

Il risultato finale della nostra peperonata

La foto raffigurante la nostra buonissima peperonata pronta per essere mangiata col pane.

Cosa ne pensi di questa gustosissima peperonata?

Ha un aspetto piacevole e ti ho fatto venire voglia di prepararla?

Allora, se la foto o la preparazione ti sono piaciute, condividile sui tuoi social preferiti per non perdere la ricetta.

Consigli per la presentazione

Se stai cucinando la peperonata per i tuoi commensali, assicurati che il cibo sia buono e che abbia una presentazione gradevole.

I tuoi ospiti mangiano prima di tutto con gli occhi e si sentiranno amati e coccolati.

Puoi presentare la tua peperonata in padella con alcune foglie fresche di basilico o prezzemolo.

Come conservo la peperonata?

Puoi conservare la peperonata per 3/4 giorni in frigo chiusa dentro ad un contenitore a chiusura ermetica.

La foto raffigurante la peperonata pronta per essere mangiata con gusto!

Domande e risposte

E adesso corriamo ai fornelli!

Prima di metterci ai fornelli, voglio precisare che le fotografie passo a passo, e quelle del piatto pronto sono tutte mie, e cucinate da me.

Anche i testi sono miei e non copiati da altre fonti, e il tutto è condito con amore e passione.

Detto questo mi piacerebbe sapere come te la sei cavata con la peperonata.

Se hai dei suggerimenti in merito che possono tornarmi utili per possibili integrazioni, variazioni o sostituzioni scrivilo nei commenti.

Aiutami a migliorare. Grazie alla prossima. Paola!

Paola Assandri

Paola Assandri

Ciao io sono Paola e ti do il benvenuto all'interno del mio blog. Qui non si cucina, ma si ama... perché d'altronde questa è la cucina, no?

Perché Oss in cucina? perché secondo me la cucina si collega molto al lavoro che faccio, che è appunto l’OSS, un lavoro duro dell’ambito sanitario, dove si necessita di grande pazienza… ma è proprio dietro questa fatica che si nasconde l’amore, il divertimento ed il piacere della condivisione

Ti è stata utile questa ricetta?

Clicca sulle stelline per votare

Valutazione media / 5. Conteggio dei voti:

Non ha votato ancora nessuno, sii il primo a votare!

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti anche...